martedì 14 luglio 2009

Omae wa tora ni naru no da!

Dunque, vi sarete senza dubbio accorti che purtroppo ho una passione patologica ed inguaribile per gli anime retrò, giusto? Ebbene, quello di cui mi appresto a riportare le traslitterazioni in rōmaji e le traduzioni delle sigle di apertura e di chiusura rientra fra i miei inossidabili favoriti.
Di chi sto parlando? Ma dell' Uomo Tigre, meglio noto come "Tiger Mask" nella madrepatria, manga la cui prima trasposizione animata è datata 1971 ed è giunta sui nostri schermi una decina di anni dopo, nell'82.
A breve scriverò un post a lui interamente dedicato, ma intanto sollazzatevi con quel gioiellino di opening che probabilmente ricorderete, se non altro perchè la base strumentale del motivo fa parte della colonna sonora dell'anime e si sentiva spesso nel corso delle varie puntate.

Comunque, mentre vi dilettate guardando il video, non mancate di far caso alle amene movenze felino-spastiche di Mister X al minuto 00.45, che sembra avere qualche seria difficoltà a gestire l'ingombro derivante dal suo ampio mantello. Che dite, gliela diamo una mano? xD

video

~Opening~

『行け! タイガーマスク』YUKE! TIGER MASK - Vai, Tiger Mask!
Singer: 新田洋 (Hiroshi Nitta)


「虎だ! 虎だ! お前は虎になるのだ!」
Tora da! Tora da! Omae wa tora ni naru no da!

白いマットのジャングルに Shiroi matto no janguru ni
今日も嵐が吹きあれる Kyō mo arashi ga fukiareru
ルール無用の悪党に Rūru muyō no akutō ni
正義のパンチを打つかませ Seigi no panchi o butsukamase

行け! 行け! タイガー タイガー Yuke! Yuke! Taigā, Taigā
タイガー マスク Taigā Masuku

草も木もないジャングルに Kusa mo ki mo nai janguru ni
死を呼ぶ罠が待っている Shi o yobu wana ga matte iru
フェアープレーで切り抜けて Feā purē de kirinukete
男の根性見せてやれ Otoko no konjō misete yare

行け! 行け! タイガー タイガー Yuke! Yuke! Taigā, Taigāタイガー マスク Taigā Masuku


~Traduzione~


Una tigre! Una tigre! Diventa una tigre!

Nella giungla del tappeto bianco
anche oggi infuria la tempesta,
colpisci col pugno della giustizia
i malvagi che non seguono regole!

Vai! Vai! Tiger Mask!

Nella giungla senz'erba nè alberi
la morte chiama, le trappole attendono
Mostra la tempra di un uomo,
portando avanti un gioco pulito!

Vai! Vai! Tiger Mask!

Ora è il turno della sigla di chiusura originale, che è una vera e propria canzone enka, ossia particolarmente tragggica e strappalacrime (del resto, la storia di Naoto Date alias Tiger Mask è tutto fuorchè allegra, anzi, siamo sull'angoscioso andante.) Se volete conoscerne il testo integrale e scaricarne l'mp3 cliccate QUI, e approntate pure i fazzoletti.
Mi sono adoperata per tradurla al meglio (ma ciò non è affatto una garanzia di esattezza, data la mia conoscenza sommaria del giapponese) e l'aver compreso il reale significato delle amare parole, accompagnate dalla tristerrima melodia, mi ha fatto soffermare a riflettere - per l'ennesima volta - su quanto spesso gli anime qui da noi siano considerati un semplice prodotto di intrattenimento per bambini, adesso come in passato. Non è affatto così, almeno per la stragrande maggioranza delle produzioni di una volta (sulle sceneggiature di quelli moderni mi limito a dire che si assiste sempre più di frequente ad una specie di "fuga dei valori", in favore di trame inconsistenti e fondamentalmente vuote). Basti pensare a questa sigla giapponese, che racconta di un piccolo grande dramma umano e mette a nudo le debolezze dello sfortunato protagonista, costretto dalle circostanze a diventare forte - anche se soltanto in apparenza -, e alla sua controparte italiana, che sminuisce pesantemente la profondità del messaggio che la storia si propone di dare, riducendo il tutto a qualche frase alquanto banale coadiuvata da un motivetto orecchiabile.
Sono affezionata alla sigla dei Cavalieri del Re, ci mancherebbe, anche se ad essere onesta più per imprinting che per altro. Col senno del poi, infatti, mi rendo conto che non ne è assolutamente all'altezza: se si intende guardare questo anime in modo superficiale allora lasciate perdere il mio discorso, ma se volete andare oltre e cogliere il vero spirito imperituro dell'opera di sicuro condividerete il senso del mio intervento.


video

~Ending~



『孤児のバラード』Minashigo no Barādo - La ballata dell'orfano
Singer: 新田洋 (Hiroshi Nitta)

温かい人の情も Atatakai hito no nasake mo
胸を打つ熱い涙も Mune o utsu atsui namida mo
知らないで育った Shiranai de soda atta僕は 孤児さ Boku wa minashigo sa
強ければそれでいいんだ Tsuyokereba sore de iinda

力さえあればいいんだ Chikara sae areba iinda
ひねくれて星をにらんだ僕なのさ Hinekurete hoshi o niranda boku na no sa
ああ だけどそんな僕でも Aa dakedo sonna boku demo
あの子らは慕ってくれる Ano kora wa shita atte kureruそれだから皆の幸せ 祈るのさ Soredakara minna no shiawase inoru no sa


~Traduzione~


Sono un orfano,
cresciuto senza conoscere
nè la gentilezza di una persona affettuosa
le ardenti lacrime di commozione che toccano il cuore.
Quindi, devo essere forte.

Se soltanto fossi forte, sarebbe abbastanza.
Fisso cupamente la stella che attraversa il mio destino.
Ah...Eppure, ad uno come me,
quei bambini vogliono bene.
Per questo pregherò per la felicità di tutti loro.


5 commenti:

Gianni ha detto...

Ciao Kitsune!!!!
Bentornata!
Che fine avevi fatto?

guitarotoko ha detto...

tiger mask!!!
che ricordi...nello stesso periodo andava in onda lo spot delle fettine tigre,"che buon sapore di emmental svizzero,che dà ai tuoi piatti quel tocco in più".e su euro tv il sabato quando tornavo da scuola c'era il catch,il sabato verso l'ora di pranzo...ah che ricordi:tiger mask,isamu teranishi,killer khan,tatsumi fujinami"the dragon",abdullah the butcher,antonio inoki,andrè the giant,dynamite kid,animal amaguchi e così via....e poi lui!il mitico capitano della japan pro wrestling,il mitico nippo-brasiliano antonio inoki!qualcuno capisce di che parlo?ho ancora vivo il ricordo di quando il giorno del nio 17mo compleanno andai a vedere al palaeur antonio inoki vs killer khan,è stato uno dei giorni più belli della mia vita,nonstante la delusione di vedere l'incontro seguito da pagliacciate tipo il wrestling coi nani.era il 24 gennaio 1988.un ultimo ricordo e poi chiudo al mitico commentatore tony fusaro,che fine hai fatto tony?
p.s.inoki si riciclò nella politica come una sorta di schwartzenegger ante litteram.poi chissà

Robert ha detto...

UN CARTONE ANIMATO CHE HA FATTO LA STORIA DEGLI ANIME GIAPPONESI - UN CAPOLAVORO RICCO DI VALORI E INSEGNAMENTI CHE MI HA APPASSIONATO E AIUTATO A CRESCERE A DIFFERENZA DEI CARTONI IMPROPONIBILI ATTUALI DA 20 ANNI A QUESTA PARTE

Anonimo ha detto...

Ti ringrazio tantissimo per la traduzione ed il testo originale...
Da quando ho visto per la prima volta questo anime ho pensato le stesse cose..ed ora posso finalmente ascoltare le canzoni originali che mi restituiscono il significato che avevo intuito, quello che avevo più apprezzato con il passare del tempo...
condivido il tuo pensiero punto per punto...
l'episodio successivo alla morte di Daimon in cui viene cantata questa canzone dagli orfani e da Naoto è secondo me la scheggia più bella e dolce che io abbia mai assaporato di un cartone...
Grazie del tuo lavoro e della tua passione
Roberto

Anonimo ha detto...

Grazie delle traduzioni, era tempo che le cercavo! Certo che il pezzo di chiusura è proprio struggente! Volevo segnalarti l'esistenza della versione "extended" per entrambi le sigle: iniziale
http://www.youtube.com/watch?v=zyRuAV6Gssw&feature=related
e finale http://www.youtube.com/watch?v=aIxtt2cmTrA&feature=related
Se avrai il tempo e la voglia di riportare le traduzioni delle strofe in più, le leggerò con interesse. Ciao!