sabato 15 maggio 2010

Ochoo.

Questo post probabilmente farà la felicità di mio suocero, il quale ogni volta che gli si nominano i giapponesi comincia a sghignazzare esclamando "Ochoo! Ochoo!"
Finora io e mio marito abbiamo sempre cercato di fargli capire che non parlano esattamente in modo così comico, anzi, che il giapponese è una bellissima lingua molto musicale, dalla cadenza particolarmente gradevole alle orecchie di un italiano e blablabla. Eravamo davvero convinti che non dicessero cose tipo "Ochoo".
Ebbene, ci siamo dovuti ricredere dopo aver messo piede in uno Starbucks in quel di Akihabara, qualche giorno fa: cercando di mantenere comunque una parvenza di dignità davanti ai compassati astanti, ci siamo accasciati sul tavolo quasi con le lacrime agli occhi dal ridere. Ora, io non so se questo "Ochoo", che l'intera combriccola dei commessi gridava allegramente ad ogni cliente che entrava, fosse una specie di contrazione di "Konnichiwa" o simili (se qualcuno conosce la risposta è pregato di illuminarmi); fatto sta che, oltre alle canoniche tiritere comprendenti minimo un irasshaimase e un dōzo, ogni tanto spuntava pure questo. Così, nonostante fossimo consci che mostrare una cosa del genere a mio suocero gli avrebbe dato carta bianca per continuare a sfotterli all'infinito, abbiamo atteso che si presentasse l'occasione propizia per riprenderlo, ovvero l'ingresso di qualche altro avventore a cui rivolgere l'ameno saluto.
Fortunatamente eravamo seduti in una buona posizione e nessuno ha notato l'iPhone galeotto. Almeno così crediamo.

Disclaimer: nessun giapponese è stato maltrattato durante le riprese di questo video.

video


13 commenti:

Tonari ha detto...

Mi sembra chiaramente un konnichiwa trascinato via ;)

パオロ ha detto...

Condivido... senza dubbio un konnichiwa :)

Anonimo ha detto...

qualunque cosa sia grazie per il tuo blog..mi fai sentire più vicino il giappone che mi manca tanto tanto! non vedo l'ora di tornarci ancora

Portinaio ha detto...

Per me volevano dire "ocio" che c'è lo scalino e cadete!!! :-P

Emanuela ha detto...

ciao bella , come stai ??
ho spoastato il mio blog
http://uncuoregiapponese.blogspot.com/

sto trasferendo tutti gli articoli
e sto aggiungendo anche il tuo blog tra i miei preferiti

se puoi fare anche tu la stessa cosa mi faresti un favore

grazie mille

un bacio

Jack ha detto...

Ciao ho visto il tuo blog.
sono un insegnante di lingua giapponese ed oggi ho creato il mio blog nel quale inserirò articoli, traduzioni ed interventi di natura linguistica e socio-culturale.
Mi farebbe piacere che lo visitassi!
http://nipponkenkyuu.blogspot.com/

a presto

japanblues ha detto...

Ciao
abito a Tokyo da più di 3 anni, ho appena pubblicato un libro e volevo proporti uno scambio di link
www.giapponesisinasce.com
info@giapponesisinasce.com
attendo tue
grazie
Paolo

zavorka ha detto...

hahaha!!!!
forte, ciao Kitsune, come stai?
io dai manga avevo imparato a dire Oooss, al posto di ohayo! (facendo morire dla ridere la segretaria), chissà che non ci sia qualche vignetta con questa espressione,
ciao e buon 2011!
zavorka

Creativaholic ha detto...

Ho riso tantissimo!!!!
Non solo per l'aneddoto ma anche per il disclaimer ^_^

Ivette ha detto...

Perchè a me viene in mente il TE'??? °_°

cooksappe ha detto...

:o non aggiorni piu'?

Anonimo ha detto...

Sono passata di qua anche io,e spero che ti riverrà voglia di scrivere... mi hai fatto fare delle belle risate (cosa rara mentre una scrive la tesi, no?!) e di questo ti ringrazio! Chissà quando potrò visitare anche io il Giappone...speriamo presto!
ancora grazie, ciao!
tiziana

Frahorus ha detto...

Ciao! Ho appena scoperto il tuo meraviglioso blog e mi spiace vedere che non lo hai più ripreso! Cmq confido che tornerai, vero? Ti aspetto! ^_^ Se vuoi passa a trovarmi: http://giapponeilove.blogspot.it/