giovedì 8 maggio 2008

L'anoressia é una moda dilagante?

Da qualche tempo a questa parte ho sottoscritto un abbonamento, tramite l'ormai pluricitato JList, a una nota rivista giapponese dedicata alle kogyaru, EGG. E' stato amore a prima vista da quando l'ho trovata per la prima volta in un 7-Eleven a Tokyo, esattamente un anno fa, e al ritorno in patria (sigh) non ci ho pensato due volte a fare l'abbonamento: dovevo averla, era una questione di vita o di morte.

Il vivace, coloratissimo e a volte bizzarro stile delle kogyaru mi ha sempre affascinato e talvolta stupito (per non parlare di quello delle ganguro o peggio delle yamanba) e inoltre la rivista contiene molti articoli divertenti, come quelli che parlano del sesso (corredati da esilaranti vignette...lascio a voi avventori immaginarne il contenuto, alcune sono troppo ridicole!XD) o la sezione delle foto esilaranti e assurde scattate col cellulare dai lettori o dalle modelle stesse durante i backstage...insomma, é una rivista leggera e frizzante, come il target di etá a cui é indirizzata, piacevole da leggere per svagarsi un po'. La lettura peró mi viene spesso rovinata da articoli pubblicitari come questo:


From the the number of June 2008, scanned by me.


Oddio, non che sia la prima volta che vedo una pubblicitá del genere nella mia vita, anzi! Peró quelle che sono pubblicate su Egg (e su moltissime altre riviste simili in Giappone) sono davvero incredibili, se non altro perché sono proprio inverosimili. Ad esempio in questa le ragazze avrebbero perso rispettivamente 20, 14 e 16 kg in poco piú di un mese grazie a un miracoloso prodotto...come se ne avessero davvero avuto bisogno poi, dato che il peso di partenza oscillava tra i 56 e i 60 kg (e queste erano anche obese rispetto ad altri articoli che millantano di ragazze passate da 48 a 38 kg...)


Per rendervene conto vedendo la foto ingrandita, cliccate QUI.

Ora, vanno dette alcune cose.
Numero uno, le foto del "prima" e del "dopo" sono chiaramente ritoccate. Ho altre pubblicitá del genere in altri numeri della rivista e a volte non sembrano neanche le stesse ragazze (va bene che i giappi si assomigliano un po' tutti, peró mi sa che ci hanno calcato troppo la mano per tentare di risparmiare tempo con Photoshop) e se provate a guardare bene, la ragazza col bikini azzurro, in particolare nella foto del "dopo", ha delle proporzioni assolutamente da cartone animato, con testa gigantesca e corpo minuscolo...quando l'ho notata (quasi subito) é stato come un pugno in un occhio, ma davvero c'è qualcuno che ci casca? Peró putroppo a molte ragazzine potrebbero non sorgere tutti i dubbi che vengono a me...

Numero due, queste pubblicitá, oltre che ingannevoli, danno un messaggio totalmente errato, questo é chiaro. Come é possibile perdere 20 kg in un mese?!? E' inutile che si scriva che il prodotto sia consigliato anche da una fantomatica Dr.ssa Takeda, come si vede in alto a sinistra (cosa tutta da verificare, comunque), o che si tessano lodi sperticate a queste goccine "pluritestate" non si sa bene da chi o che cosa. Perdere troppo peso in poco tempo FA MALISSIMO, in primis al fegato che (passatemi il francesismo) se ne va a puttane, seguito a ruota da tutti gli organi interni. Di conseguenza la pelle avvizzisce e i capelli diventano deboli e cominciano a cadere, le unghie si sfaldano e i denti si cariano. Le modelle delle foto, seppur sembrino reduci da Auschwitz, conservano un aspetto abbastanza luminoso che é piuttosto improbabile (certo, il trucco e Photoshop aiutano.)

Numero tre, si sente lontano millemila miglia che é tutta una bufala...ciononostante é preoccupante perché molte giovani adolescenti, specialmente in una societá esteta come quella giapponese, farebbero di tutto per raggiungere un modello ideologico di perfezione, incuranti dei pericoli per la salute. Trovo assolutamente riprovevole che simili annunci vengano pubblicati, ancora peggio se su riviste destinate a un pubblico giovane e malleabile.
Detto questo non taglieró i ponti con Egg, rimane pur sempre una delle mie riviste preferite...peró ritengo che certe cose potrebbe anche risparmiarsele.

4 commenti:

bunny ha detto...

Eccomi, dopo la chiacchierata di oggi!

Spaventosa questa pubblicità! Sono più che d'accordo con te!!!

E quindi ti fai arrivare questa rivista dal Giappone, eh? Mi spieghi come si fa che magari provo anche io? Magari te lo chiedo la prossima volta che ci becchiamo...

Un bacio,
B.

Kyoko ha detto...

Spaventose, non è la prima volta che ne vedo ma...rimangono spaventose!!
Il ritocco si vede chiaramente (il ginocchio del "dopo" diventa magicamente più piccolo...da quand'è che dimagrendo dimagriscono anche le ossa?!?) ma un occhio poco attento potrebbe non notarlo...tristezza :-(

Rob ha detto...

Ho avuto modo di vedere queste pubblicità nelle varie riviste... ogni tanto ci dò un'occhiata per trovare qualche ispirazione per scrivere qualcosa e questo aspetto del "perdere chili su chili" mi ha sempre molto incuriosito.
Sono d'accordo su quello che scrivi.
Ho trovato il tuo blog solo oggi seguendo il link su altro blog... mi ha incuriosito il titolo :-) davvero originale

Cinghius ha detto...

Ah, la dottoressa Takeda, quanti ricordi!
Ah, no, quella era la dottoressa Tirone... :-)

Per il resto daccordissimo con te, è l'istigazione ad uno stile di vita ossessivo e non salutare.

Mi stupisce, tra l'altro che qualcuno trovi attraente un tipo di figura ( tra l'altro marcatamente fasulla!!) come quella presentata nella rivista.

Ma perchè non si torna ai tempi in cui era Rubens a fare il trend-setter? :-)